Cosa succede a Desio?

Giovedì 7 aprile la seduta del Consiglio comunale di Desio è stata interrotta e poi sospesa per motivi di ordine pubblico a causa dell’ingresso in aula di manifestanti di Forza Nuova. Ne abbiamo parlato con Achille Taccagni, consigliere comunale.

foto piccola consiglio comunale_2764_23944.jpg

Sala consiliare | Fonte

Il Consiglio comunale di Desio  si è riunito giovedì sera, a distanza di un mese e mezzo dall’ultima seduta, anche a seguito di alcune istanze da parte della minoranza.

La stessa sera era prevista anche una manifestazione di Forza Nuova per protestare contro la decisione del Comune (non all’ordine del giorno questa di seduta del Consiglio) di partecipare come capofila ad un nuovo bando SPRAR per l’accoglienza di un numero non superiore a 15 rifugiati, quindi richiedenti asilo che già hanno ottenuto questo status, «per una spesa irrisoria rispetto al totale delle spese del Comune per i servizi sociali» commenta Achille Taccagni, consigliere comunale, che ho sentito per parlare dell’accaduto. Dato che i militanti di estrema destra, con slogan e striscioni, sono poi entrati nell’aula del Consiglio e la seduta è stata prima più volte interrotta e poi sospesa dal Presidente per motivi di ordine pubblico.

Puoi raccontarci cos’è successo?
«Quando siamo arrivati  fuori c’erano una quarantina di persone che si facevano foto con un cartellone con scritto “Italiani nella m***, immigrati negli hotel”. La seduta del Consiglio si è riunita decidendo di concedere più tempo per le comunicazioni e per le interrogazioni, quindi più tempo per il confronto. In questa fase, è entrato il plotone di manifestanti srotolando uno striscione che è stato fatto ripiegare dai vigili.»

«Dopo che il gesto è stato ripetuto, il Presidente del Consiglio comunale sospende per la prima volta la seduta, mentre la protesta continua. La seduta riprende con un intervento di un consigliere della Lega Nord per commemorare le vittime dell’attentato di San Pietroburgo, mentre i suoi colleghi srotolano la bandiera della Russia imperialista, quella con l’aquila bicipite. Il Presidente ha chiesto di riporre anche questa bandiera e si è scatenato il putiferio. C’è stata un’altra sospensione e si è poi è ritenuto non ci fossero più le condizioni per andare avanti e si è interrotta la serata

Come ha reagito la minoranza?
«Bisogna fare dei distinguo, la minoranza è composta da quattro forze politiche, Forza Italia, Lega Nord, MoVimento 5 stelle e la lista civica “Per Desio”. L’unico consigliere di Forza Italia presente faceva finta di non sapere cosa stesse succedendo, ma poi alla fine della serata baci e abbracci con uno dei manifestanti. La Lega Nord ci sguazzava in tutto questo, tant’è che non appena il Presidente ha dato la prima sospensione uno dei consiglieri è scattato verso  i manifestanti per coordinarli e per prendere accordi con loro sul da farsi.»

Composizione Consiglio comunale desio 2016

«Una parte della minoranza sta facendo di tutto per delegittimare l’istituzione del Comune, dell’amministrazione e del Consiglio comunale e questo lo fa in diverse maniere: intasando il Consiglio di Ordini del giorno copia e incollati con le stesse identiche premesse e con un deliberato ridotto a due righe, richiedendo convocazioni del Consiglio in situazioni che da regolamento non potrebbero essere legittimate, bombardando di richieste di informazioni e di accesso agli atti. Tutto questo lavoro impone agli uffici comunali un controllo, una scrittura di pareri che per legge devono essere dati che impallano l’amministrazione.  C’è veramente un lavoro macchinoso per demolire l’amministrazione attuale senza una costruzione argomentativa, solamente per un attacco frontale continuo per delegittimarne agli occhi dei cittadini l’operato.»

«Poi a me dispiace per i consiglieri di minoranza 5 stelle e della lista civica che ho visto  veramente abbattuti per l’accaduto. Per colpa dei manifestanti, collusi con certe parti politiche della minoranza, gli è stato impedito di portare avanti il loro lavoro.»

Credi che quanto accaduto sia grave? Cosa ne pensi?
«Non c’è neanche bisogno di dire che quanto è accaduto è grave. Secondo me che venga bloccato un pubblico servizio, oltre ad essere un reato, è tanto più grave quando quel servizio è il luogo in cui una persona dovrebbe essere scelta per portare avanti quell’impegno di costruzione e di miglioramento della città che poi è il ruolo del consigliere comunale. O almeno questo è il senso che io do al mio impegno in Consiglio comunale.»

«Gravissimo e non deve ripetersi. Questi toni in passato non ci sono mai stati. Il fatto poi che la protesta fosse totalmente vuota e priva costrutto argomentativo mi fa temere ancora di più, perché vuol dire che non si protesta più per un determinato argomento. Questo denota che c’è in atto una deriva di violenza e delegittimante le istituzioni, che gli stessi cittadini scelgono, che di certo non può fare del bene.»

Che azioni credi andrebbero intraprese o cosa bisognerebbe fare?
«Il Consiglio comunale, o meglio le forze democratiche all’interno del Consiglio che abbiamo visto non essere tutte, hanno l’onere di rappresentare ancora con più forza le istituzioni che sono stati chiamati a formare e portare avanti i lavori del consiglio nonostante siamo sicuri che questi atti si ripeteranno. Siamo stati addirittura minacciati diverse volte, ci hanno detto che torneranno più forti e numerosi. Dobbiamo andare avanti nel nostro ruolo, non rappresentando più solo la democrazia, ma difendendola da chi la sta delegittimando e vuole sbarazzarsene.»

«In ogni caso, dobbiamo spingere il turbo sul nostro ruolo, portando veramente l’amministrazione ai cittadini e comunicando quello può fare, per far capire che queste persone che vogliono delegittimare le istituzioni sono solo degli ignoranti facinorosi.»

Un pensiero su “Cosa succede a Desio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...